una storia

DI TANGO

LA NOSTRA STORIA

L’idea di una realtà di tango così giovane nasce dalla necessità stessa del Tango: novità!

La novità è anche per noi, poiché ogni giorno incontriamo nuovi luoghi, nuovi spazi e realtà diverse per il tango, come le scuole, i bar, le piazze, le strade..

e, in fondo, è una riscoperta delle radici stesse del Tango.

Questa non è la sede dove raccontare la storia del Tango, wikipedia e tanti libri potranno sicuramente soddisfare meglio le vostre curiosità sulla genesi di questo ballo. Vi basti sapere che nacque proprio lì in mezzo alla strada, nei baretti più beceri dei quartieri di Buenos Aires ed è proprio in mezzo alla strada che è iniziato il nostro viaggio...

STAFF

Emmanuelle Ponthieux

 

INSEGNANTE

Danzatrice, ballerina e insegnante di Tango Argentino e del Metodo Feldenkrais. 

Balla il tango da 20 anni e insegna in contesti diversi come liceo, scuole di Teatro, Accademia del musical, scuole di Danza, lezione individuali, e crea seminari di Metodo Feldenkrais per Ballerini di Tango.

In parallelo sviluppa la sua attività di danzatrice presso diverse compagnie di danza contemporanea e teatro di ricerca. 

La sua didattica è basata su una conoscenza profonda del corpo e del movimento che ha acquisito durante la sua formazione di danzatrice e insegnante (DE insegnante di Danza Contemporanea Parigi) ed educatrice somatica  con il Metodo Feldenkrais ottenendo il diploma presso la Formazione Internazionale per Insegnanti del Metodo Feldenkrais.

Leo Ventura

INSEGNANTE

Si diploma come attore presso la scuola di teatro Alessandra Galante Garrone di Bologna, dove approfondisce sia la recitazione che l'uso del corpo nella danza. Contemporaneamente incontra il tango ed è nel 2014 che trascorre un periodo di studio a Buenos Aires, in seguito affina il proprio ballo frequentando festivals internazionali e studiando con maestri come Mariano Chico Frumboli e Juana Sepulveda, Ariadna Naveira y Fernando Sanchez, Sebastian Arce e Mariana Montes e molti altri. 

Giocosità, passione e musicalità sono gli elementi che differenziano il suo stile e lo caratterizzano ad oggi come uno dei talenti emergenti del panorama tanguero.

Dal 2017 si dedica nell’insegnamento de tango argentino per i più giovani assieme a Emmanuelle Ponthieux.

Elvira Cusani

 

INSEGNANTE

Giovanissima ballerina di origini campane, si trasferisce a Bologna per studiare lettere moderne ed è qui che incontra anche il tango.

Elvira emerge ben presto come talento, portando nel suo ballo un’energia esplosiva.

Perfeziona il suo stile con maestri di calibro internazionale tra cui Sebastian Arce e Mariana Montes, Noelia Hurtado e Carlitos Espinoza, Chico Frumboli e Moira Castellano, Corina Herrera, Ariadna Naveira, Mariela Sametband e Guillermo Barrionuevo, Bruno Tombari e Rocio Lequio. 

Yohann Réal

INSEGNANTE

E' un ballerino di tango argentino, la sua costante ricerca e sperimentazione gli permette di lavorare in contesti internazionali, sviluppando un approccio chiaro, proponendo un metodo semplice e fluido. Gran parte del suo lavoro si fonda sull' ascolto e la comprensione di ciò che è essenziale per se stessi al fine di stabilire la giusta connessione attraverso il movimento. Il suo interesse per il corpo e le discipline umanistiche gli ha permesso di investigare nuove strutture di insegnamento legate al tango. Trasmette una danza che muove dalle sue radici  e dalla mescolanza di inflessioni recepite durante i suoi viaggi in Europa. Insegna in Francia, Svizzera e Italia.

Arianna Zaniboni

COMUNICAZIONE

EORGANIZZAIONE

Grafica di professione, si occupa da anni di comunicazione visiva e tradizionale nell'ambito di imprese creative.La formazione come Design Manager presso l'Accademia di Belle Arti le ha dato da subito una visione trasversale del settore artistico e creativo. Le appartengono determinazione e ottimismo, oltre ad una forte e inaspettata passione per il tango e per la sua dimensione sociale.

Insieme a Leonardo ed Emmanuelle da vita al progetto della scuola, occupandosi di organizzazione, comunicazione e grafica.